Abramovich mette in vendita il Chelsea FC mentre cresce il clamore delle sanzioni

  • Abramovich cede il Chelsea FC dopo 19 anni di proprietà
  • Rossi dice che vendere è nell’interesse del club
  • Nel Regno Unito sono aumentate le richieste di punire Abramovich
  • Il ricavato netto della vendita andrà alle vittime della guerra in Ucraina
  • Abramovich dice che non chiederà il rimborso dei prestiti

LONDRA (Reuters) – L’uomo d’affari russo Roman Abramovich ha dichiarato mercoledì che avrebbe venduto il Chelsea Football Club 19 anni dopo averlo acquistato, mettendo la squadra sulla strada della gloria sportiva, e si è impegnato a donare i soldi della vendita per aiutare le vittime dell’attacco. La guerra in Ucraina.

Tra le crescenti richieste di sanzioni contro Abramovich in seguito all’invasione russa del suo vicino, il magnate dei metalli ha affermato in una dichiarazione che la vendita è nell’interesse dei campioni d’Europa e del mondo.

“Nella situazione attuale, ho preso la decisione di vendere il club, poiché credo che questo sia nell’interesse del club, dei tifosi e dello staff, nonché degli sponsor e dei partner del club”, ha detto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Abramovich ha detto che non avrebbe chiesto che i prestiti che aveva fatto al club della Premier League – per un totale di 1,5 miliardi di sterline (2,0 miliardi di dollari) – gli fossero rimborsati e la vendita non sarebbe stata accelerata.

Ha chiesto ai suoi collaboratori di creare una fondazione di beneficenza che avrebbe ricevuto tutti i proventi netti della vendita.

“La fondazione sarà a beneficio di tutte le vittime della guerra in Ucraina”, ha affermato Abramovich in una nota.

READ  Vladimir Putin è stato privato del titolo di judo durante l'invasione dell'Ucraina

Ciò include fornire i fondi necessari per soddisfare i bisogni immediati e immediati delle vittime, nonché sostenere il lavoro di recupero a lungo termine.

L’uomo d’affari svizzero Hansjoerg Weiss ha detto a un giornale che stava pensando di acquistare il Chelsea da Abramovich, il quale ha detto nel fine settimana che si sarebbe ritirato dalla gestione del club ma non ha indicato alcun piano per cambiare proprietà.

Blake avrebbe detto in un’intervista pubblicata mercoledì. Per saperne di più

Sala dei Trofei

Abramovich ha acquistato il West London FC nel 2003 per 140 milioni di sterline e il suo investimento ha contribuito in modo significativo all’era di maggior successo nella storia del club, vincendo cinque titoli di Premier League, cinque FA Cup e due volte la Champions League.

Il suo acquisto del club ha contribuito a cambiare il panorama del calcio inglese quando il Chelsea ha rotto la morsa del Manchester United, dell’Arsenal e del Liverpool.

Il mese scorso hanno battuto il Palmeiras del Brasile diventando i primi campioni della Coppa del Mondo per club FIFA, dopo aver battuto il Manchester City per diventare campioni d’Europa la scorsa stagione.

Un “momento sismico”, il presentatore della BBC ed ex attaccante dell’Inghilterra Gary Lineker ha descritto l’annuncio prima di coprire la partita del quinto turno della FA Cup del Chelsea a Luton Town.

Roman Abramovich, proprietario del Chelsea FC, cammina davanti alla High Court di Londra il 16 novembre 2011. REUTERS/Susan Plunkett/file Photo

I tifosi del Chelsea su Kenilworth Road hanno cantato il russo prima del calcio d’inizio.

Il 55enne, che detiene la doppia cittadinanza israeliana e portoghese, è diventato uno degli uomini d’affari più potenti della Russia guadagnando enormi fortune dopo lo scioglimento dell’Unione Sovietica nel 1991. Forbes ha stimato il suo patrimonio netto a $ 13,3 miliardi.

READ  Giochi paralimpici invernali: gli atleti russi e bielorussi non gareggeranno ai Giochi del 2022 dopo molteplici proteste, riferisce ABC

Dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, la Gran Bretagna ha imposto sanzioni a 12 membri dell’élite russa e bielorussa, incluso il presidente russo Vladimir Putin, e almeno 12 banche e società.

Il leader del partito laburista britannico Keir Starmer ha chiesto mercoledì al primo ministro Boris Johnson perché non ci fossero sanzioni contro il proprietario del Chelsea Football Club. Johnson, parlando in Parlamento, ha affermato di non poter entrare nello specifico di casi specifici.

Ma il segretario di Stato Liz Truss ha avvertito di aver stilato una “lista di obiettivi” per gli oligarchi russi e ha affermato che il governo imporrà loro nuove sanzioni ogni poche settimane.

Il Financial Times ha affermato che il governo stava anche progettando di confiscare proprietà appartenenti agli oligarchi russi. Per saperne di più

David Davis, un deputato veterano del Partito conservatore al governo di Johnson, ha affermato che la vendita dovrebbe essere vietata fino a quando Abramovich non sarà stato in grado di dimostrare la fonte della sua ricchezza.

“Dobbiamo fare di tutto per impedirgli di vendere i suoi beni nel Regno Unito”, ha detto Davis su Twitter.

Abramovich ha detto che la decisione di vendere è stata molto difficile.

“Spero di poter visitare lo Stamford Bridge un’ultima volta per salutarvi tutti di persona”, ha detto.

Abramovich ha voltato le spalle alla vita a Londra nel 2018, quando il governo britannico ha ritardato il rinnovo del visto dopo il tentato omicidio di un ex doppiogiochista russo in Inghilterra, di cui ha accusato Mosca.

“E’ stato un privilegio per tutta la vita far parte del Chelsea FC e sono orgoglioso di tutti i nostri successi congiunti”, ha detto.

READ  40 La migliore borsa frigo ghiaccio del 2022 - Non acquistare una borsa frigo ghiaccio finché non leggi QUESTO!

“Il Chelsea Football Club e i suoi tifosi saranno sempre nel mio cuore”.

(1 dollaro = 0,7481 sterline)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Rapporti di William Schaumberg) Ulteriore rapporto di Martin Hermann e Kate Holton. Montaggio di Kate Holton e Ed Osmond

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.