Amazon sta tagliando centinaia di posti di lavoro nella sua unità di cloud computing AWS

Amazon ha affermato che taglierà centinaia di posti di lavoro nella sua unità di cloud computing AWS come parte di un cambiamento strategico.

L'azienda sta contribuendo a eliminare “alcune centinaia di ruoli” nel team che supervisiona la tecnologia utilizzata nei suoi negozi fisici, e poco dopo annuncia che non utilizzerà più la tecnologia di cassa automatica “just checkout” nei negozi di alimentari americani.

Il colosso della tecnologia ha affermato che eliminerà anche diverse centinaia di ruoli nei team globali di vendita, marketing e assistenza di AWS.

Queste decisioni sono difficili ma necessarie poiché continuiamo a investire, distribuire e ottimizzare le risorse per fornire innovazione ai nostri clienti

Os

“Queste decisioni sono difficili ma necessarie poiché continuiamo a investire, impiegare e ottimizzare le risorse per fornire innovazione ai nostri clienti”, ha affermato AWS in una nota.

Ha aggiunto che continuerà ad assumere in altre aree prioritarie e che ha migliaia di offerte di lavoro in AWS pubblicate online.

L’azienda non ha specificato in quali paesi avverranno i licenziamenti, ma ha affermato che cercherà anche di trovare opportunità interne per i dipendenti i cui ruoli sono interessati.

Il cambiamento dei fattori economici dopo la pandemia e l’ascesa dell’intelligenza artificiale sono probabilmente fattori nella decisione di Amazon, ha affermato Lee Sostar, principale analista della società di ricerca e consulenza Forrester.

“AWS si sta adattando agli sforzi dei clienti per ridurre i costi in seguito al picco di spesa per l’IT cloud durante la pandemia, e li sta aiutando in questo processo”, ha affermato.

READ  La Securities and Exchange Commission ha respinto le accuse di Elon Musk di "infrangere" le promesse.

“La conseguente moderazione della domanda è un fattore determinante in questi licenziamenti, così come nella spesa cloud aziendale per il flusso di intelligenza artificiale verso Microsoft Azure, concorrenti come Oracle Cloud Infrastructure e nuove società cloud focalizzate sull’intelligenza artificiale”.

I tagli fanno seguito ai precedenti licenziamenti annunciati a gennaio nell’unità Prime Video e MGM Studios di Amazon, con il servizio di streaming Twitch, anch’esso di proprietà di Amazon, che ha tagliato più di 500 posti di lavoro nello stesso mese per risparmiare sui costi.

Questa tendenza costante ai tagli di posti di lavoro nel settore tecnologico è continuata negli ultimi 18 mesi, con migliaia di licenziamenti in molte delle più grandi aziende del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto