Guerra contro l’Ucraina: attacco di proiettili alla centrale nucleare – L’Ucraina denuncia un incendio

Stato: 03/04/2022 03:05

Secondo fonti ucraine, la Russia sta attaccando la più grande centrale nucleare del Paese. Si dice che l’incendio si sia diffuso sul sito a seguito dei combattimenti. I funzionari locali hanno chiesto la fine immediata delle proteste.

Giovedì, l’esercito russo ha nuovamente esteso i suoi attacchi a diverse grandi città ucraine, con pesanti combattimenti segnalati a Kharkiv, Mariupol e Kiev. Di notte, l’esercito russo ha preso di mira la fornitura di elettricità del paese. Funzionari locali affermano che ci sono stati scontri con le truppe russe vicino alla più grande centrale nucleare d’Europa, Jaborzia, da cui l’Ucraina trae la maggior parte della sua energia.

Le autorità locali hanno annunciato bombardamenti sulla centrale nucleare e la centrale nucleare è stata colpita dall’artiglieria pesante. Il portavoce della centrale Andriy Tuz ha detto in un video di un telegramma che un blocco della centrale era stato attaccato e c’era stato un incendio. Sebbene il reattore danneggiato non sia stato ristrutturato e sia operativo, contiene combustibile nucleare. I vigili del fuoco non sono riusciti ad avvicinarsi al fuoco perché sarebbero stati colpiti da colpi di arma da fuoco. “Chiediamo che loro (le truppe) smettano di sparare armi pesanti”, ha detto Tuz. “La più grande centrale nucleare d’Europa è una vera minaccia”.

Probabilmente nessuna perdita di radiazioni

Apparentemente, finora nessuna radiazione radioattiva è stata emessa dall’impianto. La RIA ha citato un funzionario della centrale elettrica che ha affermato che i livelli di radiazione aumentati non erano ancora stati misurati.

L’ucraino Dmytro Kuleba ha chiesto la fine immediata degli attacchi. “Se esplode, sarà 10 volte più grande di Chernobyl! I russi devono smettere di sparare immediatamente”, ha scritto su Twitter.

READ  40 La migliore canoe gonfiabili del 2022 - Non acquistare una canoe gonfiabili finché non leggi QUESTO!

Più di recente giovedì, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) ha espresso preoccupazione per il fatto che i combattimenti potrebbero inavvertitamente danneggiare 15 reattori nucleari ucraini. Nelle prime ore del mattino, l’AIEA ha affermato che stava monitorando la situazione ed era in contatto con le autorità ucraine.

Parti in conflitto come fonte

Nel contesto attuale, le informazioni su guerra, bombardamenti e vittime fornite dagli organi ufficiali delle parti in conflitto russa e ucraina non possono essere verificate direttamente da un organismo indipendente.

Attacco alle principali città ucraine

Poche ore fa, l’esercito russo ha nuovamente ampliato la sua offensiva contro le città ucraine. Durante gli attacchi russi alla città dell’Ucraina orientale di oltre un milione di persone Charkiv Almeno 34 civili sono stati uccisi mercoledì e giovedì, secondo i funzionari locali. Secondo la protezione civile regionale, 285 persone sono rimaste ferite, di cui 10 bambini. Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente. Kharkiv, la seconda città più grande del paese, si trova vicino al confine con la Russia. È stato l’obiettivo dell’aggressione russa dall’inizio della guerra.

Nel Kiev Giovedì notte ci sono state diverse gravi esplosioni. L’allarme aereo è stato attivato, secondo un rapporto dell’agenzia sindacale. Il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko ha scritto in un telegramma: “Il nemico sta cercando di entrare nella capitale”. Secondo i funzionari ucraini, le truppe russe hanno allestito campi nel nord e nord-ovest di Kiev, a 20-30 chilometri dai confini della città. Secondo osservatori internazionali, il contingente militare russo a Mosca avanza molto più lentamente del previsto.

Città portuale dell’Ucraina meridionale Come Mariupol Con circa 440.000 persone, non c’è acqua, riscaldamento o elettricità dopo gli attacchi aerei, secondo i funzionari locali. La città di importanza strategica è ora apertamente circondata.

Nel frattempo, c’è una situazione globale nella capitale meridionale Gerson Non chiaro. L’esercito ucraino sembra aver abbandonato la città. “Non abbiamo forze armate ucraine in città, solo residenti pacifici vogliono vivere qui!” Il sindaco Ihor Kolyshev ha scritto la notte. Funzionari locali hanno detto che gli occupanti russi erano presenti in tutte le parti della città portuale meridionale di Chernivtsi. Gershon sarà la prima grande città ucraina sotto il nuovo controllo russo.

Un attacco aereo russo su Chernihiv ha ucciso almeno 33 persone

Invasione russa delle aree residenziali della città Chernihiv Secondo fonti ucraine, 33 persone sono state uccise nel nord dell’Ucraina. Altre 18 persone sono rimaste ferite, hanno detto i servizi di emergenza della città. In precedenza, è stato riferito che 22 persone erano state uccise. Secondo i rapporti, due scuole e un grattacielo sono stati attaccati.

Regina Kuzak, vicesindaco della città di Chernihiv, ha detto all’agenzia di stampa Afp che Chernihiv, a 120 chilometri da Kiev, era stata bersaglio di un “bombardamento” russo. Il governatore Vyacheslav Tschaus aveva precedentemente parlato di un attacco aereo russo che ha colpito due scuole ed edifici residenziali nel distretto di Staraya Podusivka. Chernihiv e l’omonima zona si trovano a nord-est della capitale Kiev

L’OSCE vuole indagare su potenziali crimini di guerra

Giovedì l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha annunciato che un gruppo internazionale di esperti sarà nominato in Ucraina per “indagare sui fatti e le circostanze che circondano i crimini di guerra ei crimini contro l’umanità”. Secondo le Nazioni Unite, 249 civili sono stati uccisi e 553 feriti nella prima settimana del conflitto. Era mercoledì dall’Ucraina Più di 2.000 civili sono stati uccisi Parlato.

READ  Corona News Ticker: i politici forniscono dettagli sui programmi di vaccinazione obbligatoria NDR.de - Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.