I controlli esclusivi di Mosca sul commercio di beni russi da parte di stranieri sollevano preoccupazioni per le svalutazioni di asset

Il vapore sale dai camini di una centrale termica sullo skyline del centro di Mosca, Russia, 23 novembre 2020. REUTERS/Maxim Shemetov/file Foto

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • La Russia sospende temporaneamente la vendita all’estero di beni
  • Gli stranieri ora devono fornire dettagli prima di fare trading
  • Le domande di autorizzazione devono essere presentate in russo

LONDRA/NEW YORK, 17 marzo (Reuters) – La Russia ha stabilito nuove regole severe per gli stranieri che cercano permessi per acquistare e vendere beni russi che vanno dai titoli agli immobili, secondo una nota di un cliente di Citigroup. (CN) Il che solleva nuove preoccupazioni sul fatto che gli investitori occidentali potrebbero dover affrontare svalutazioni significative.

La Russia ha temporaneamente interrotto il commercio estero di beni russi questo mese, affermando di voler garantire che le decisioni di uscita vengano prese in considerazione e non spinte a pressioni politiche, sulla scia dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. Per saperne di più

Ha ora rivelato i dettagli del processo di richiesta che deve essere seguito prima che il Tesoro decida se i beni possono essere scambiati, inclusa la divulgazione di eventuali beneficiari e investimenti strategici come la difesa.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Gli investitori occidentali saranno molto agitati e profondamente preoccupati”, ha affermato Eric Schaeffer, CEO di Patrick Oregon, con sede in California, specializzato nella gestione del rischio. “Questo è probabilmente uno dei tanti passi futuri fino a quando la Russia non sarà chiara sulla sua sicurezza finanziaria”.

Decine di miliardi di dollari di denaro che trattano con la Russia attendono dettagli sulle restrizioni che dovrà affrontare mentre cerca di scaricare beni, sullo sfondo del crescente isolamento economico del presidente Vladimir Putin.

READ  Quali sono le alternative energetiche in Europa ora che il gas russo è fuori portata?

“Penso che nessuno in Russia oserebbe dire a Putin quali problemi finanziari ci attendono”, ha affermato Alistair Winter, analista degli investimenti globali di Argyll Europe, prevedendo “cancellazioni di massa” per molti stranieri esposti al paese.

L’invasione, che Mosca chiama “operazione militare speciale” per disarmare l’Ucraina, ha portato a un esodo di massa delle imprese internazionali e ha in gran parte tagliato fuori l’economia russa dal resto del mondo.

Le autorità russe hanno pubblicato questo mese il decreto n. 81, in cui si afferma che qualsiasi transazione tra russi e controparti estere richiede l’autorizzazione del comitato di monitoraggio degli investimenti esteri del governo russo. Per saperne di più

In effetti, questo significa che gli investitori stranieri, che si sono impadroniti di azioni e obbligazioni russe senza vincoli, rimangono bloccati con quelle partecipazioni mentre l’economia vacilla da una destinazione di investimento ricca di petrolio a un paria finanziario.

“Le autorità russe hanno annunciato l’ordinanza per l’ottenimento dei permessi per svolgere le operazioni definite dal decreto n. 81. E’ stato creato un organismo abilitato a decidere sul rilascio dei permessi”, si legge nella nota di Citigroup.

Il processo include una domanda e i relativi documenti presentati al Ministero delle finanze russo, in russo, contenenti “informazioni sullo scopo, sull’oggetto, sul contenuto e sui termini di base della transazione”.

I candidati devono anche divulgare tutte le informazioni sui beneficiari e sui titolari effettivi, afferma la nota, nonché i dettagli di eventuali investimenti in società in un “settore strategico” come l’aviazione, l’aerospazio, la produzione di risorse naturali o il lavoro con armi o equipaggiamento militare.

“Questo è solo un meccanismo per controllare le entità che possono trattare in valute estere e non saranno aziende di paesi ostili a lasciare il Paese”, ha affermato una fonte bancaria in merito alle regole.

READ  Circa 4,3 milioni di persone hanno lasciato il lavoro a gennaio poiché il mercato del lavoro ha continuato a rafforzarsi

Citigroup ha rifiutato di commentare se non per confermare l’autenticità della nota.

Una seconda fonte bancaria ha affermato di aver consigliato ai clienti di non negoziare a tali condizioni, il che ha attenuato le preoccupazioni sulla condivisione di dati sensibili e la mancanza di trasparenza sull’approvazione o il rifiuto degli ordini. Tuttavia, è probabile che alcuni investitori si adeguino nella speranza di evitare perdite, affermano gli esperti.

“Se hai la prospettiva di perdere tutte le tue risorse in cambio della condivisione dei dati, penso che ne avrai alcune che vorranno prendere in considerazione”, ha detto il patriarca Schaeffer.

(Questa storia corregge un errore di battitura nel titolo per farlo “rilanciare” invece di “rilanciare”)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione aggiuntiva di Megan Davis. Montaggio di John O’Donnell, Edmund Blair, Eileen Hardcastle e Jonathan Otis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.