I Seahawks hanno invitato altre squadre a fare un’offerta per Russell Wilson

Detroit Lions - Seattle Seahawks

Getty Images

Nove anni fa, l’allora direttore generale dei Vikings Rick Spielman annunciò a un raduno dei Boy Scout che la squadra era “nessuna intenzione“Per scambiare Percy Harvin. In pochi giorni, Harvin se n’era andato.

Per coincidenza o meno, Harvin ha commerciato con Seattle. Per coincidenza o meno, l’allenatore di Seattle Pete Carroll ha usato le stesse parole quando ha parlato di potenziali scambi di quarterback Russel Wilson.

Parlando alla Scouting Combine, Carroll ha detto ai giornalisti in relazione a Wilson, “Non abbiamo intenzione di muoverci lì. Se Wilson fosse stato intoccabile, Carroll avrebbe usato un linguaggio più ampio. Dicendo “nessuna intenzione”, Carroll indicava necessariamente che le intenzioni potevano cambiare. Chiunque poteva far loro un’offerta che non avrebbe rifiutato.

Ovviamente, Wilson potrebbe respingerlo; Ha una clausola di no trade. Ma con i Seahawks sicuramente consapevoli che mancano un anno al prossimo sforzo di Wilson per assicurarsi un nuovo contratto (Wilson sta anche spingendo per un nuovo accordo un anno prima del suo attuale contratto), i Seahawks devono decidere se passare a lui ora , o se ha dovuto calciare la lattina.

Possono averne di più ora? probabile. L’anno prossimo, chiunque scambierà per lui dovrà firmare con lui un nuovo accordo. È possibile (o potrebbe) raggiungere il trade del 2022 senza un’estensione a lungo termine. Più la squadra paga il giocatore mentre varca la porta, meno è probabile che la squadra ceda per toglierlo dalla sua squadra attuale.

Wilson non ha fatto nulla per istigare uno scambio nel 2022. L’anno scorso, ha parlato apertamente delle sue preoccupazioni con la squadra e il suo agente alla fine ha pubblicato una dichiarazione senza precedenti in cui elencava quattro squadre con cui Wilson avrebbe accettato un accordo: Bears, Cowboys, Raiders e Saints. Da allora le formazioni di quelle squadre sono state modificate e Wilson potrebbe avere una nuova lista di vantaggi a cui potrebbe rinunciare con un veto commerciale.

READ  Emotional Buzz Williams critica il comitato di selezione della NCAA per aver escluso Texas A&M

Tuttavia, nulla di tutto ciò ha importanza a meno che e fino a quando una squadra non chiamerà i Seahawks e farà un’offerta. L’uso da parte di Carroll della frase “nessun intento” invita un team interessato a provare a cambiare l’intento di Seattle. In effetti, i Seahawks non hanno mai detto “nessuna intenzione” nel 2021; Alla fine, Carroll ha commentato categoricamente che WilsonNon scambiato. “

La differenza è sottile, ma importante. Per capirlo meglio, considera cosa direbbero i Bengals se qualcuno chiedesse se scambierebbero un quarterback. Joe Borgo. Nessuno nella squadra direbbe ‘non abbiamo intenzione di barattare’. Invece, ridevano solo per aver fatto la domanda.

Carroll non rideva mercoledì. La porta è aperta per le offerte. Con la fornitura giusta – dalla squadra giusta – Wilson potrebbe davvero essere sulla buona strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.