Il default della Russia si avvicina: sanzioni occidentali

UNNei mercati finanziari, sempre più il default della Russia non gioca un ruolo significativo. Sul mercato azionario, il Dax è salito di oltre il 2% lunedì. È interessante notare che domenica, in un’intervista televisiva, il ministro delle finanze russo Anton Silvanov ha preparato i mercati finanziari per l’evento del prestito. Ha detto che la Russia avrebbe ripagato il suo debito in rubli, proprio come i paesi occidentali Ostacoli L’Ucraina ha bloccato l’accesso alle valute estere a causa dell’invasione.

Secondo il suo rapporto, la Russia non ha attualmente 300 miliardi di dollari in riserve valutarie. La maggior parte di questi potrebbero essere azioni detenute dalla Banca centrale russa in Occidente. In totale, le riserve valutarie della Russia ammontano a $ 640 miliardi. Secondo la Bank of America Investment JP Morgan La Russia dovrà pagare 117 milioni di dollari in valuta statunitense, non in rubli, mercoledì.

I pagamenti in rubli non prevengono il fallimento

Il manager della proprietà di Monaco Jochen Felsenheimer, amministratore delegato di Xaia Investments, vede questo: “Ma se il pagamento viene effettuato solo in rubli e non cambia nulla dopo la scadenza del periodo di offerta di 30 giorni, si tratta di un’impostazione predefinita”. I contratti CDS dovranno essere pagati. Si tratta di un’assicurazione sull’insolvenza del credito, che i prestatori possono utilizzare per proteggersi dall’insolvenza. Il premio della Russia su questo credit default swap (CDS) è aumentato dal 5% al ​​38% dall’inizio della guerra. Per una richiesta di 1 milione di euro contro il governo russo deve essere pagato un premio annuo di 380.000 euro. Tale protezione non è più dovuta in quanto l’assicurato deve pagare in anticipo EUR 600.000 per risolvere tale contratto.

READ  40 La migliore coltello da innesto del 2022 - Non acquistare una coltello da innesto finché non leggi QUESTO!

Il gestore della proprietà specializzato in titoli dovrebbe essere entusiasta Picco Segui la crescita. Secondo il Financial Times, la filiale statunitense di Alliance Insurance Group detiene oltre 1,5 miliardi di dollari in titoli di stato russi e ha venduto contratti CDS per un valore di 1 miliardo di dollari in Russia. In caso di inadempimento, BIMCO dovrebbe fornire un risarcimento agli assicurati. Ciò non ha influito sul prezzo delle azioni dell’Alleanza lunedì. Il titolo ha guadagnato oltre il 3% del suo valore.

Anche il Fondo Monetario Internazionale (FMI) si prepara a ripagare il debito russo. La sua amministratore delegato Kristalina Georgiewa considera l’evento “non più possibile”. “La Russia ha i soldi per ripagare il debito, ma non ha accesso ad esso”, ha detto. La svalutazione del rublo ha già portato al fatto che il potere d’acquisto del popolo in Russia si è “significativamente ridotto”. Al momento, tuttavia, non vede il rischio che un fallimento possa innescare una crisi finanziaria globale. Il deflusso totale di banche verso la Russia è di circa 120 miliardi di dollari, ma non “sistematicamente appropriato”.

Deve avere 75 anni prima dell’inizio della guerra Rublo Pagato un dollaro, lunedì era di 120 rubli. “A Mosca, il rublo è più forte dell’8% rispetto ai mercati internazionali”, afferma l’analista di DZ Bank Stephen Krodas. Da un lato, questa differenza può essere spiegata dalle restrizioni sui capitali, che hanno lo scopo di impedire la fuga dal rublo. D’altra parte, le aziende russe devono convertire l’80% dei loro proventi delle esportazioni in rubli, il che significa più domanda, afferma Krodas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.