In un’intervista al presidente ucraino Selensky Bildt: “Stiamo morendo anche per te” – Politica all’estero

In Putin è lui l’eroe Guerra sanguinosa: Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zhelensky (44). In prima fila difende la sua città dall’invasione di Vladimir Putin.

Built Wise ha incontrato Paul Ronsheimer Selensky a Kiev per un’intervista in esclusiva mondiale.

Costruito: Signor Presidente, le persone in Germania si chiedono: come lo tieni, dormi mai?

Volodymyr Zelenskyj: “In tutte le parti occupate del Paese, dove sventola ancora la nostra bandiera gialloblu, la gente non dorme molto. Difendiamo il nostro Paese già da due settimane.

Guardiamo molti video di tua moglie e della tua famiglia. Sei sulla lista dei morti di Mosca. Cosa farà per la tua famiglia?

Zhelensky: “Sono orgogliosi di me. Sono orgogliosi che siamo ucraini. Capiscono che potrei essere scappato o essere al sicuro ora. Ma mi capiscono e supportano la mia decisione perché è una decisione per il nostro Paese. Vogliono che Kiev sia forte .

Certo, come esseri umani, si preoccupano per me, ma i loro cuori saranno sempre con me.

Questa è la storia del nostro paese e viviamo in questo momento. Ricorderemo in seguito quanto sia stato difficile questo periodo e quanto sia stato brutto per ogni persona nel nostro paese ora. Ma: ricordiamo i momenti in cui qualcosa è cambiato troppo.

Il nostro obiettivo è rafforzare il nostro Paese, non importa quanto possa essere difficile. Lo faccio per i miei figli e nipoti. Non voglio essere un perdente”.

Il mondo si chiede quanto siano vicini i russi – forse giorni, ore da Kiev. Come viene cerchiata Kiev? Signor Presidente, fino a che punto è circondato?

Zhelensky: “Oh, io?!

Le strade di accesso a Kiev sono bloccate. Ma eccoci qua. Lei può valutare personalmente la situazione di Kiev, sig. Ronzheimer.

READ  40 La migliore serre da giardino del 2022 - Non acquistare una serre da giardino finché non leggi QUESTO!

Non mi interessa dove si nasconde il nemico. O quanto era vicino a noi. Mi interessa il nostro paese, l’approvvigionamento idrico, l’approvvigionamento alimentare. A proposito di Mariupol, Donetsk, regione di Zaporozhzhia, Melitopol, Volnovakha, Karkiv – situazione terribile lì. Le persone soffrono senza acqua e cibo. Quello che sta accadendo ora a Mariupol è una catastrofe umanitaria. Colonne di aiuti umanitari sono state inviate da varie città del nostro paese. Ma vengono sparati e i soldati russi non glielo permetteranno. Abbiamo piloti molto coraggiosi che continuano a sfidare gli attacchi dei proiettili.

Ieri abbiamo deciso di lavorare con la Croce Rossa.

Capisco che noi come esseri umani siamo sempre preoccupati per le nostre vite. Tuttavia, dobbiamo prima fornire assistenza umanitaria.

Non abbiamo soluzioni globali o passaggi che possiamo fare ora. C’è vero terrorismo nella nostra storia.



Presidente dell’Ucraina Volodymyr Zhelensky (44)Foto: Giorgos Moutafis

Temo che Kiev sarà circondata. non temere?

Zhelensky: “Non ho paura. E da cosa? Non ho paura, sono calmo. Sai come una persona supera la sua paura? Cosa potrebbe esserci di peggio della paura?

Qual è il peggio che può succedere? Con il loro paese, con il mio paese?

Il peggio che poteva succedere è già successo. Abbiamo una guerra, la Russia contro l’Ucraina. Quanti sono già caduti. Il paese è in rovina.

Cosa potrebbe esserci di peggio di questo per coloro che hanno perso dei figli?

Ma crediamo nel futuro. Non ci arrenderemo e non venderemo la nostra terra.

La Germania si oppone ancora all’embargo sulle importazioni di petrolio e gas dalla Russia. Sei deluso dal presidente Olaf Schaals e dal popolo tedesco per non averti sostenuto?

Zhelensky: “Non posso giudicare le azioni della Germania. Il governo pensa prima al proprio Paese, è ovvio. Molti in Germania sostengono l’Ucraina. Il governo del presidente è stato eletto dal popolo, penso che dovremmo fare un passo indietro. Vediamo cosa sta facendo la Germania .

Sig. Non voglio giudicare Scholes e il suo governo. Lo farò quando guarderò i risultati di quel periodo e vedrò come finisce la guerra e quante persone ne risentono.

Ogni minuto è prezioso per noi e ogni minuto le persone muoiono.

La notizia dell’attentato al Mariupol Children’s Hospital è stata appena ricevuta. Non ho ancora informazioni sulle vittime. Ma spero che le persone possano nascondersi. Come può essere una cosa del genere? Questi sono gli animali che causano qualcosa del genere. Cosa sta succedendo nella loro testa?

Se un razzo atterra su un ospedale pediatrico in Germania, allora cosa? Immaginaci nella tua situazione: discuteremo e negozieremo.

Questo è il nostro dolore oggi, ho bisogno di una soluzione oggi.

E l’adesione all’UE?

Zhelensky: “I governi che non supportano i nostri membri nell’UE indicano riforme che non sono ancora avvenute. Non ci vedono alla pari. Ho ancora molte domande senza risposta”.

Molti si lamentano dell’aumento dei prezzi del gas e del petrolio? Perché è ancora più importante ignorare il gas e il petrolio russi?

Zhelensky: “Sai, ci sono alcuni valori che sono molto difficili da spiegare fino a quando non ci sarà una guerra nel tuo stesso paese. Quindi non penserai alle riforme. Non vuoi comprare nulla o pensare alle condizioni. Non c’è aumento del prezzo del gas o dell’elettricità Non penserai più a risparmiare per andare in vacanza Non pensare al fatto che le tasse aumenteranno ogni anno.

Non è questo il vero valore della vita. Il vero valore della vita, finché sei vivo, è che non verrai ucciso.

Questo è ciò che l’Europa deve fare: preservare la vita semplice e mettere al primo posto i veri valori.

Voglio che le tue priorità nella vita siano valori reali.

Quello che sta succedendo a noi ora può succedere a te.

Questo è molto importante per me: anche noi moriamo per te.

Cosa rispondi alla richiesta di accettare l’indipendenza del Donbass e che la Crimea vada in Russia? A cosa sei disposto a rinunciare per la pace?

Zhelensky: “La domanda qui non è cosa posso dare. In ogni negoziato, il mio obiettivo è porre fine alla guerra con la Russia. Sono anche pronto a fare qualche altra azione.

Possono essere compromessi, ma non dovrebbero essere un tradimento del mio paese. Sii disposto a scendere a compromessi d’altra parte, motivo per cui sono chiamati compromessi. Questo è l’unico modo per uscire da questa situazione. Non possiamo ancora parlare dei dettagli. Non abbiamo ancora avuto contatti diretti tra i presidenti. Questa guerra può essere portata a termine solo dopo i colloqui diretti tra i due presidenti”.

Quando i tuoi figli dicono, papà, come rispondi al fatto che dobbiamo lasciare l’Ucraina?

Zhelensky: “I miei figli mi dicono di restare qui. Ma non dovrebbero sprecare il tempo meraviglioso della loro infanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto