L’Ucraina critica l’offerta di Mosca di evacuare i civili in Russia e Bielorussia definendola “immorale”

Funzionari ucraini hanno respinto la proposta unilaterale del Cremlino di creare corridoi di evacuazione per i civili in quanto inaccettabile. La maggior parte delle strade porta alla Russia o al suo potente alleato Bielorussia e richiederebbe alle persone di viaggiare attraverso zone di combattimento attive.

Un portavoce del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha definito l’offerta di Mosca “completamente immorale” e ha affermato che la Russia sta cercando di “approfittare della sofferenza delle persone per creare un’immagine televisiva”, ha riferito Reuters.

Il vice primo ministro ucraino Irina Vereshuk ha risposto all’annuncio della Russia chiedendo a Mosca di “accettare le nostre opzioni per i nostri metodi, così come … un cessate il fuoco, su cui concorderemo”. L’Ucraina ha chiesto l’apertura di corridoi di evacuazione che mantengono in gran parte i cittadini all’interno dei confini dell’Ucraina.

Lunedì le Nazioni Unite hanno anche guidato una serie di condanne internazionali della proposta della Russia. “È importante che le persone possano andare dove vogliono e dove è al sicuro”, ha detto ai giornalisti il ​​portavoce delle Nazioni Unite Stephane Dujarric, respingendo la proposta del Cremlino.

Indipendentemente da ciò, lo scetticismo su tali passaggi è cresciuto dopo che le evacuazioni dei civili sono state interrotte in poche ore sabato e domenica, quando le forze russe sono state accusate di aver bombardato le vie di fuga.

Ci sono stati due tentativi falliti durante il fine settimana di aprire un passaggio dal porto assediato di Mariupol. e la domenica, Attacco militare russo Secondo il sindaco, una famiglia con due bambini è stata uccisa così come molti altri civili che cercavano di fuggire dal sobborgo di Irbin a Kiev.
Le autorità ucraine hanno affermato che due colpi di mortaio o di artiglieria hanno colpito un posto di blocco a Irbin, a nord-ovest della capitale, che negli ultimi giorni è stata teatro di intensi bombardamenti da parte dell’esercito russo. Nel fine settimana, il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha detto l’America Ha visto “rapporti altamente credibili di attacchi deliberati contro civili” in Ucraina che potrebbero costituire un crimine di guerra.

In un commento al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite lunedì, l’ambasciatore dell’Ucraina alle Nazioni Unite, Sergei Kislitsya, ha affermato che è “spaventoso” che le forze russe abbiano aperto il fuoco sugli sfollati dopo che i due paesi hanno designato alcune rotte da utilizzare come corridoi di evacuazione.

READ  Gli Stati Uniti prevedono di vietare i voli russi dallo spazio aereo americano

La controversia sui corridoi di evacuazione arriva mentre la Russia intensifica i suoi sforzi nel suo attacco all’Ucraina. Gli attacchi alla capitale, Kiev, si sono intensificati, mentre i cittadini di Mariupol e di altre grandi città sono rimasti senza acqua e cibo per diversi giorni, impossibilitati a fuggire.

Lunedì, Dominic Stillhart, direttore delle operazioni per il Comitato internazionale della Croce Rossa, ha affermato che permangono problemi nel confermare i dettagli di qualsiasi accordo di cessate il fuoco.

Stillhart ha detto al programma Today di BBC Radio 4 che la sfida era portare Russia e Ucraina a un accordo “concreto, applicabile e preciso”.

Finora, ha aggiunto, ci sono stati solo accordi “di principio” che sono subito crollati perché mancavano di precisione sui metodi e su chi poteva usarli. Per illustrare il suo punto, ha affermato che domenica alcuni membri del personale del CICR hanno cercato di uscire da Mariupol lungo un percorso concordato, ma presto si sono resi conto che “la strada indicata era già minata”.

La Russia ha proposto un nuovo cessate il fuoco a partire dalle 10:00 ora di Mosca (2:00 ET martedì) indicando la sua disponibilità ad aprire i corridoi di evacuazione da Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol, hanno riferito i media russi, citando il quartier generale del coordinamento russo per la risposta umanitaria in Ucraina . Lunedì pomeriggio, l’Ucraina non ha ancora formalmente accettato la proposta di cessate il fuoco.

Lunedì, il ministero della Difesa russo ha dichiarato in una dichiarazione che i corridoi civili che portano direttamente alla Russia fanno parte di una richiesta personale del presidente francese Emmanuel Macron al suo omologo russo Vladimir Putin.

Un uomo tiene in braccio una donna mentre attraversano una strada improvvisata mentre fuggono da Irben, in Ucraina, domenica.

Ma l’Eliseo ha risposto con una dichiarazione dicendo che questo non era vero. Ha aggiunto: “La richiesta personale del presidente (francese) della Repubblica, come altri alleati e partner, è che l’offensiva russa finisca”.

READ  Aggiornamenti in tempo reale di Russia e Ucraina: Mosca ordina truppe nelle regioni separatiste

Il vice primo ministro ucraino Vereshchuk ha criticato l’affermazione del Cremlino.

“Esortiamo la Federazione Russa a smettere di manipolare e abusare della fiducia di leader mondiali come Emmanuel Macron, come quelli di Cina, Turchia o India, e di aprire le strade che abbiamo delineato”, ha affermato Vereshuk in una dichiarazione video da lui pubblicata . dal governo.

Martin Griffiths, il sottosegretario generale delle Nazioni Unite per gli affari umanitari e il coordinatore dei soccorsi di emergenza, lunedì ha esortato “un passaggio sicuro per i civili a lasciare le aree di combattimento attivo su base volontaria, nella direzione di loro scelta”.

In un discorso davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha anche chiesto il “passaggio sicuro di rifornimenti umanitari verso aree di combattimento attivo”.

“I civili in luoghi come Mariupol, Kharkiv, Melitopol e altrove hanno un disperato bisogno di assistenza, in particolare di forniture mediche salvavita. Esistono molti approcci possibili, ma devono essere attuati in linea con gli obblighi delle parti ai sensi delle leggi di guerra ,” Egli ha detto. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.