Musei in una corsa contro il tempo per salvare i tesori culturali dell’Ucraina a Leopoli

scritto da Atika Schubert, CNNLeopoli, Ucraina

Le pareti del Museo Nazionale di Leopoli sono spoglie. Elaborati pannelli dorati, in mostra dopo essere stati recuperati da chiese barocche del XVII secolo, sono stati assemblati e nascosti in un seminterrato in una corsa per salvare i tesori culturali della città da Possibile attacco russo.

“Oggi vediamo come la Russia sta bombardando le aree residenziali (e persino) gli sfollati”, afferma Ihor Kozan, direttore del Museo Nazionale di Leopoli. “Ci hanno garantito che non l’avrebbero fatto, ma ora non possiamo fidarci di loro. E dobbiamo prenderci cura del nostro patrimonio perché questo è il nostro tesoro nazionale”.

Il L’invasione russa dell’Ucraina Ha già distrutto un museo contenente opere della famosa pittrice ucraina Maria Primachenko, ammirata sia da Pablo Picasso che da Marc Chagall con le sue arti vivide e fantasiose. Ora, la città di Leopoli, spesso soprannominata La capitale culturale dell’UcrainaCorse per proteggere la sua ricca collezione di arte storica.

Il centro storico di Leopoli è un patrimonio mondiale dell’UNESCO e il Museo Nazionale ospita la collezione più completa di arte sacra medievale e rari manoscritti religiosi del paese.

Nella hall sono conservate opere d'arte del XVII secolo, poiché il museo ha esaurito lo spazio nel seminterrato.

Nella hall sono conservate opere d’arte del XVII secolo, poiché il museo ha esaurito lo spazio nel seminterrato.

La fretta di salvare libri, dipinti e altri manufatti ha lasciato poco tempo per aspettare materiali di imballaggio specializzati. Invece, i volontari fanno il loro lavoro inchiodando frettolosamente insieme le scatole da qualsiasi legno disponibile.

Lunedì, i volontari hanno imballato frettolosamente antichi manoscritti in scatole di cartone originariamente destinate al trasporto delle banane ai supermercati. Tra questi c’era un libro sacro millenario decorato con fili d’oro.

Anche nei luoghi religiosi le persone si stanno preparando al peggio. La cattedrale armena di Leopoli ha rimosso una scultura in legno medievale, raffigurante la crocifissione di Gesù Cristo, per conservarla al sicuro. Sopravvissute alla seconda guerra mondiale, le gigantesche finestre di vetro della cattedrale latina di Leopoli sono ora ricoperte da pannelli d’acciaio. Molte statue storiche della città sono ora presenti avvolto in pluriballS.
I forzieri che un tempo erano usati per trasportare le banane sono ora usati per conservare manufatti inestimabili.

I forzieri che un tempo erano usati per trasportare le banane sono ora usati per conservare manufatti inestimabili.

READ  La Turchia mette in guardia contro il transito di navi da guerra dal suo stretto Notizie della crisi russo-ucraina

Ma la semplice protezione e conservazione di manufatti e manufatti storici potrebbe non essere sufficiente per salvarli. Ci sono anche piani avanzati per evacuare preziose opere d’arte dalle città assediate, come Kiev e Kharkiv, se necessario, forse verso città più sicure come Leopoli.

“Siamo pronti ad aiutare in ogni modo possibile, perché tutti i musei del paese sono ora in pericolo”, ha affermato Kozan, avvertendo che anche i numerosi siti del patrimonio protetto di Leopoli potrebbero essere oggetto di un’invasione.

Guarda il video qui sopra per il rapporto completo della CNN da Leopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.