Nevicate durante la bufera di neve: molti turisti in Pakistan sono morti per congelamento in auto

Ha nevicato durante la tormenta
Molti turisti in Pakistan sono stati trovati morti congelati in auto

Volevano vivere alcuni periodi invernali nei fine settimana, ma per almeno 22 persone era pericoloso viaggiare sulle montagne del Pakistan. Una forte bufera di neve ha bloccato il progresso sulla strada e molti altri hanno dovuto essere in macchina. Ora è scoppiata la polemica politica sull’accusa.

Almeno 22 turisti sono stati uccisi in auto innevate in una popolare località di montagna nel nord del Pakistan dall’inizio della violenza invernale. Secondo la polizia, la maggior parte dei turisti muore congelata nella propria auto durante una bufera di neve. Sempre più persone muoiono per avvelenamento da monossido di carbonio perché molti conducenti hanno i motori accesi per i riscaldatori. Dei morti, si dice che tutti siano locali, comprese due donne e dieci bambini.

Il quotidiano pakistano “Dawn” ha riferito della morte di un agente di polizia, sua moglie e i loro sei figli. Il poliziotto aveva già telefonato al figlio nella capitale Islamabad e gli aveva detto: “Spegneremo il riscaldamento e andremo a dormire”. La bufera di neve ha abbattuto numerosi alberi e bloccato lo stretto sentiero nel villaggio di montagna. L’amministratore delegato Tariq Ullah ha detto all’agenzia di stampa AFP: “Non ho mai visto una tempesta di neve così grande in vita mia.” C’erano più venti, alberi sradicati e valanghe. Le persone intorno erano spaventate”.

I militari affermano che più di 1.000 turisti al giorno sono stati salvati e più di 300 sono stati curati nella neve alta entro domenica. I video hanno mostrato in precedenza auto che non possono muoversi avanti o indietro. Murri è una delle destinazioni turistiche più popolari nel nord del Pakistan, situata a 65 km a nord-est di Islamabad ad un’altitudine di circa 2300 metri. Si dice che più di 150.000 conducenti si siano recati a Murray per un po’ di magia invernale. Secondo l’amministrazione locale, la città di montagna può movimentare un massimo di 4.000 auto alla volta. Gli hotel erano sovraffollati: migliaia di passeggeri non avevano altra scelta che rimanere nelle loro auto. La gente del posto ha fornito cibo e coperte ai visitatori bloccati.

Il governo provinciale del Punjab ha dichiarato Murree una “zona disastrata” e ha esortato le persone a stare lontano dalla città. Primo Ministro del Pakistan Imran Khan Ha annunciato l’indagine e regole rigide su Twitter. Ha scritto che le persone se ne sono andate senza guardare il tempo. Capo dell’opposizione Sceriffo Shebaz Ha risposto che il Primo Ministro aveva fatto di una “filosofia di governo” la colpa delle vittime.

READ  Come Johnson vuole lasciare i trasgressori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *