Proposta per un fondo miliardario: Stoltenberg vuole ampliare il ruolo della NATO nel sostegno all'Ucraina

Una proposta per un fondo da un miliardo di dollari
Stoltenberg vuole espandere il ruolo della NATO nel sostenere l'Ucraina

Ascolta l'articolo

Questa versione audio è generata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia un commento

Le forze armate ucraine fanno affidamento sulle armi, ma anche sull’assistenza militare sotto forma di addestratori. Gli Stati Uniti stanno attualmente coordinando il sostegno al riguardo. Il segretario generale della NATO Stoltenberg propone ora di invertire la rotta.

Secondo il Maggiore Generale Jens Stoltenberg, la NATO dovrebbe svolgere un ruolo significativamente più importante nel sostenere l’Ucraina. Come hanno confermato diversi diplomatici, il norvegese ha suggerito, tra l'altro, di organizzare una missione speciale della NATO nel paese attaccato dalla Russia.

Vuole convincere i partner della coalizione a promettere 100 miliardi di euro di sostegno militare all’Ucraina nei prossimi cinque anni. Secondo quanto riferito, attualmente nell'alleanza di difesa sono in corso discussioni sulle proposte. Le decisioni finali verranno prese al vertice della coalizione che si terrà a Washington a luglio.

Il compito principale della “Missione NATO Ucraina” è il coordinamento delle attività di consegna di armi e addestramento per le forze armate ucraine, se approvate dagli Stati membri. Gli Stati Uniti sono attualmente responsabili di questo coordinamento. Di solito organizzano riunioni a Ramstein nella Renania-Palatinato o, ad esempio, in una base aerea a Bruxelles.

L'idea di Stoltenberg, si diceva, era quella di comunizzare il sostegno all'Ucraina, rendendolo meno dipendente dagli sviluppi politici nei singoli stati della coalizione. Ciò è particolarmente vero se si considera la possibilità che Donald Trump ritorni alla Casa Bianca come presidente. Ciò solleva preoccupazioni sul fatto che il Partito Repubblicano possa ridurre significativamente o porre fine al sostegno degli Stati Uniti all’Ucraina. È stato sottolineato che non si tratta dello spiegamento delle forze NATO in Ucraina. Equa condivisione degli oneri

I dettagli non sono ancora chiari

I dettagli della proposta per il pacchetto da 100 miliardi di euro erano inizialmente aperti. In particolare, rimane senza risposta la questione se debbano essere incluse o meno le promesse di sostegno già assunte dai singoli Stati. I diplomatici hanno anche affermato che la mossa di Stoltenberg mirava a condividere più equamente l'onere di sostenere l'Ucraina. Attualmente paesi come gli Alleati dell’Est e paesi come Germania, Paesi Bassi e Stati Uniti contribuiscono in modo significativamente maggiore rispetto alla loro potenza economica rispetto a paesi come Francia, Italia e Spagna. Un'altra delle idee di Stoltenberg sarebbe la creazione di un quadro NATO per accordi di difesa bilaterali con l'Ucraina. Tuttavia, i dettagli su questo punto inizialmente non erano chiari.

Martedì sera un portavoce della NATO ha rifiutato di commentare la sostanza delle proposte. Ha semplicemente detto che nell'incontro dei ministri degli Esteri di mercoledì e giovedì si discuterà come rendere il sostegno della NATO all'Ucraina più efficace, prevedibile e sostenibile. Ma per ora non verrà presa alcuna decisione definitiva. I negoziati sono considerati difficili anche a causa della posizione del governo centrale. In passato, la presidenza ha ripetutamente espresso la sua opposizione ai progetti di un maggiore coinvolgimento nella NATO, in particolare nel sostegno all’Ucraina. Ciò è stato principalmente giustificato dalle preoccupazioni per l’escalation e l’escalation della guerra all’interno del territorio della NATO in Ucraina. Ad esempio, fino ad oggi la NATO non ha consegnato armi letali all’Ucraina.

READ  Le Migliori 10 bava di lumaca del 2024: Scopri Ora Prima di Acquistare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto