Tigger: North Stream 2 “morto” secondo Stroke-Zimmerman

8:30: L’ex ministro degli Esteri Gabriel vede la Russia in una brutta situazione

L’ex ministro degli Esteri dell’Unione Sigmar Gabriel (SPD) non pensa che il presidente russo Vladimir Putin sarà colpito dalle sanzioni finora imposte al conflitto in Ucraina. Gabriel ha detto all’RTL martedì sera che “potrebbe essere stato conteggiato molto tempo fa” per il procedimento di condanna. “Le sanzioni in Russia sono una specie di tassa sul potere che devi pagare se vuoi giocare nel grande mondo”.

“Ora deve succedere molto di più, e accadrà”, crede, ha detto Gabriel. “La Russia ha attualmente una tesoreria statale completa a causa degli alti prezzi dell’energia, ma il paese non è affatto in una buona posizione”. Il politico dell’SPD Deutschlandfunk ha detto del gasdotto North Stream 2: “Sono sempre stato un sostenitore del progetto perché credevo anche nei dividendi della pace nella politica economica. Ma non potevo immaginare che questo progetto si sarebbe avverato perché i miracoli accadono e c’è un’intesa con la Russia, ma sembra il n.

Quello che Gabriel Putin vuole ottenere è ovvio: “Vuole riportare la Russia allo status di grande potenza europea”, ha detto. «Perché a suo avviso – non pensava male – la Russia ha perso drammaticamente la sua influenza in Europa dal 1989. Il Paese è sprofondato allo status di fornitore di energia, non è economicamente attraente, non è politicamente attraente, vuole il cambiamento . L’unico potere che ha è l’esercito.”

READ  Le Migliori 10 camice bianco del 2024: Scopri Ora Prima di Acquistare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto