Un dipinto di cosmonauti russi della ISS in colori simili alla bandiera ucraina

Tre cosmonauti russi sono decollati verso la Stazione Spaziale Internazionale all’inizio di venerdì. Poche ore dopo, la loro navicella spaziale Soyuz si è attraccata alla stazione spaziale e, quando sono saliti in posizione orbitale, indossavano tute di volo di colori sorprendenti: giallo e blu, simili ai colori della bandiera ucraina.

I cosmonauti russi non hanno detto nulla che suggerisse che i loro vestiti fossero una dichiarazione politica. Tuttavia, sembrava difficile credere che fosse solo una coincidenza. Gli abiti che gli astronauti indossano quotidianamente in orbita tendono a essere in sordina. Ma i recenti equipaggi provenienti dalla Russia hanno indossato tute da volo vivaci di vari colori al loro arrivo, tra cui Yulia Peresild, un’attrice arrivata alla stazione a novembre a cappotto rosso audace.

Le tute di volo vengono solitamente preparate e imballate con mesi di anticipo, ma potrebbero essere state aggiunte alternative tra gli ultimi articoli da caricare sulla navicella spaziale, ha affermato Eric Berger, corrispondente spaziale per il sito web di Ars Technica.

Jonathan McDowell, uno scienziato dell’Harvard Center for Astrophysics che segue da vicino le missioni spaziali, ha suggerito che i colori potrebbero essere effettivamente quelli della Bauman State Technical University di Mosca, alla quale hanno partecipato i tre cosmonauti: Oleg Artemyev, Denis Matveev e Sergey Korsakov. Funzionario universitario Parla come ospite su Russian Live Dal lancio di venerdì.

Tuttavia, il signor Berger ha notato che i colori della tuta di volo corrispondono più da vicino ai colori della bandiera ucraina.

Il programma spaziale russo e alcuni dei suoi partner e clienti hanno causato danni collaterali alla guerra in Ucraina e alle sanzioni che ne sono seguite. Agenzia spaziale europea Giovedì sospesa una missione su Marte Doveva essere lanciato su un missile russo. all’inizio di questo mese, OneWeb, una società satellitare britannica di proprietà in parte del governo britannico, ha annullato i lanci dei suoi satelliti Internet che avrebbero dovuto viaggiare utilizzando missili russi Soyuz.

READ  Il James Webb Space Telescope condivide una nuova immagine dopo aver raggiunto lo stadio dell'ottica

Dmitry Rogozin, il capo dell’agenzia spaziale russa, Roscosmos, ha risposto con una serie di messaggi provocatori su Twitter, incluso il retweet di un video satirico che suggerisce che la Russia si sta lasciando alle spalle Mark Vandy He, un astronauta della NASA destinato a tornare sulla Terra nella Soyuz russa qualche tempo dopo .alla fine di questo mese. Il signor Rogozin ha pubblicamente litigato con Scott Kellyastronauta in pensione detiene il record per giorni consecutivi nello spazio da un americano fino a poco tempo passato da Mr. Vande Hee.

In dichiarazioni pubbliche, i funzionari della NASA hanno ignorato i commenti di Rogozin e hanno insistito sul fatto che le operazioni continuassero normalmente con le loro controparti russe. Hanno detto che non c’era alcun cambiamento nei piani per il ritorno del signor Vande Hee.

Un paio di membri dell’equipaggio della navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX voleranno alla stazione il mese prossimo: uno un equipaggio privato di turisti con Axiom, l’altro un mix di astronauti della NASA e dell’ESA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.