Un uomo che portava a spasso il suo cane ha trovato un raro scheletro di dinosauro intatto

Due anni fa Damian Bochetto ha deciso di portare a spasso il suo cane. Lui e Muffin, un incrocio di border collie, si sono diretti in una foresta a Montolier, a poche miglia dalla sua casa a Crozy, nel sud della Francia.

Mentre Maven annusava ed esplorava il sentiero, Bochetto osservava i fossili, uno dei suoi passatempi preferiti dopo aver studiato paleontologia al college. Ben presto individuò qualcosa che sporgeva da una scogliera erosa. È stata grandezza. E grande.

Risulta essere l'osso pelvico TitanosauroÈ una classificazione dei dinosauri dal collo lungo che furono tra le creature più grandi che abbiano mai messo piede su questo pianeta. Esistevano più di 30 specie di titanosauri, il più grande dei quali pesava fino a 70 tonnellate ed era lungo 85 piedi.

La scoperta di Bochetto è stata inizialmente tenuta segreta per proteggere il sito archeologico, ma il paleontologo dilettante parlerà finalmente di ciò che lui e Maven hanno scoperto nel 2022.

“Questo non è il mio primo tentativo”, ha detto Bochetto, 25 anni, in una e-mail al Washington Post. “Ho già scoperto molte ossa di dinosauro, ma ne verranno sempre scoperte di nuove.”

I fossili di titanosauri non sono comuni in Europa, quindi questa scoperta è stata speciale, soprattutto perché Bochetto ha trovato più di un osso. Ciò che alla fine scoprì era uno scheletro di titanosauro completo al 70%, con la maggior parte delle ossa ancora attaccate.

“Si tratta di una scoperta rara ed eccezionale in Francia e in Europa”, ha detto Bochetto, che ha lavorato con un team archeologico locale per scoprire il resto del fossile. Ha aggiunto: “Il giorno in cui abbiamo visto che si trattava di un dinosauro quasi completamente connesso, l'eccitazione era ai massimi livelli”.

READ  La tempesta solare più potente dal 2017 colpisce la Terra ma lascia nell’oscurità i cacciatori di aurore

Nel biennio successivo Bochetto e soci Associazione Culturale Archeologica e Paleontologica (ACAP) Nel Museo Crozi Ha lavorato segretamente alla perforazione. Lo sono sempre stati Accompagnata da Muffin che si è impegnata al progetto.

“Il mio cane non ci ha aiutato particolarmente con gli scavi, ma spesso ha vigilato sul terreno e sugli scavi”, ha detto Bochetto.

Lo scheletro fu sepolto in uno strato sedimentario di dura arenaria, la cui estrazione richiese un processo lento e deliberato. Secondo Bochetto, mancano un cranio e un femore e il team spera di individuarli negli scavi futuri.

Molte specie e sottospecie di titanosauro, un dinosauro erbivoro, vissero durante l'era glaciale Periodo CretaceoChe durò da 145 milioni a 66 milioni di anni fa. Avevano corpi grandi e colli molto lunghi che permettevano loro di raggiungere le foglie degli alberi ad alto fusto.

Per un titanosauro, questo scheletro era piuttosto piccolo. Bochetto stima che il pezzo da lui scoperto sia lungo circa 30 piedi. Il livello di sedimento in cui sono stati ritrovati indica che vissero circa 70 milioni di anni fa, durante il tardo Cretaceo. Ha detto che il team continua a studiare il fossile nella speranza di determinare la sua età e che tipo di titanosauro fosse.

Una volta terminati i lavori, lo scheletro sarà esposto al Museo Crozi, il piccolo museo locale dove Bochetto ha prestato servizio volontario negli ultimi anni. Il direttore Francis Vajes ha scritto in una e-mail che il suo giovane studente aveva avuto un enorme impatto in breve tempo con diverse scoperte fossili.

“Da quando Damien Bochetto è entrato a far parte del Museo e dell'ACAP, ha contribuito molto alla paleontologia delle nostre collezioni, il che è importante per il futuro”, ha affermato in una dichiarazione tradotta. “Queste scoperte sono interessanti da un punto di vista scientifico perché contribuiscono alla comprensione delle specie e degli ecosistemi nella Francia e in Europa del tardo Cretaceo”.

READ  Daily Telescope: il telescopio volante è bombardato da qualche pianeta

A settembre Bochetto ha lasciato il suo lavoro nel settore energetico. Poiché la paleontologia era la sua passione, fece domanda ad un college di Parigi che aveva un campus a Crozey per trasformare il suo hobby nella sua professione.

“Mi piacerebbe partecipare Scuola applicata di studi post-laurea “Voglio ottenere un master in paleontologia per promuovere il mio lavoro”, ha scritto. “Questa scoperta ha rafforzato il mio coinvolgimento nella ricerca scientifica e nella ripresa dei miei studi in paleontologia”.

Non importa cosa riserva il futuro, Bochetto continuerà a portare il suo amico peloso di 8 anni nei futuri viaggi di esplorazione dei fossili.

“Continuo a ricercare i nostri siti Crozi e a studiare questi animali – con Muffin ovviamente!” Egli ha detto. “Mi accompagna ovunque.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto