Una collisione di asteroidi in primavera ha portato a un aumento dei tassi di estinzione, affermano gli scienziati | sapere

La ricerca suggerisce che l’impatto di un asteroide è stato disastroso per i dinosauri, ma la stagione degli scioperi potrebbe aver aumentato i tassi di estinzione per altre specie.

Gli scienziati hanno trovato prove che l’impatto devastante di 66 milioni di anni fa, che spazzò via tre quarti delle specie della Terra e creò il cratere Chicxulub nel Messico moderno, si verificò in primavera nell’emisfero settentrionale.

Il tempismo significava che molti animali a nord dell’equatore erano particolarmente vulnerabili all’intensa ondata di caldo scatenata dalla collisione, essendo appena emersi dai rigidi mesi invernali. Altri animali del sud avrebbero potuto fare meglio dato che era autunno, soprattutto se vagavano per le tane.

Il colpo diretto dell’asteroide ha causato un’intensa ondata di calore globale che si è rivelata fatale per molti animali esposti. In seguito, si pensa che le temperature siano diminuite così gravemente durante l’inverno nucleare che molte specie sono state portate all’estinzione.

“Per poter combattere quell’inverno nucleare, dovevi prima sopravvivere all’impatto reale”, ha detto Melanie While, paleontologa dell’Università di Uppsala in Svezia. “Qualunque cosa nell’emisfero australe che stia già ospitando ha maggiori possibilità di sopravvivere”.

Quando l’asteroide si è scontrato, ha rilasciato nello spazio roccia fusa, che si è cristallizzata e ha fatto piovere sulla Terra come “pallini di collisione” lo stesso giorno. Gli scienziati hanno trovato alcuni di questi pellet depositati nelle branchie di pesce spatola e storione fossilizzati scavati da un sito fossile chiamato Tanis nel Nord Dakota.

La scoperta di più sfere attorno ai fossili indica che le particelle di vetro erano ancora flocculanti quando il pesce morì, collegando l’ora della morte al giorno, e forse anche all’ora, della collisione. Il pesce sembra essere morto quando è stato sepolto vivo a causa del sedimento che ha scosso nell’impatto.

Scrivere in una rivista di naturaIn questo articolo, gli scienziati descrivono come hanno determinato i cicli stagionali nei tassi di crescita delle lische dei pesci, insieme ai cambiamenti negli isotopi del carbonio associati ai cambiamenti stagionali nell’abbondanza di zooplancton, un alimento base per i pesci. Tutti i risultati indicano la morte dei pesci – e quindi l’impatto di un asteroide – in primavera. ricerca separata Per quanto riguarda i fossili pubblicati dal professor Philip Manning all’Università di Manchester a dicembre, è giunto a una conclusione simile.

Non è chiaro se i piccoli animali nell’emisfero settentrionale stiano effettivamente peggio di quelli nel sud. Ci sono prove di ciò, ha affermato Denis Foyten, coautore dell’ultimo studio dell’Università di Uppsala Tartarughe dell’emisfero settentrionale Sono stati spazzati via da un attacco di asteroidi, dopo di che le tartarughe del sud hanno ripopolato i loro habitat.

Il dottor Daniel Field, assistente professore di paleontologia dei vertebrati all’Università di Cambridge, che non è stato coinvolto nella ricerca, ha affermato che è “ragionevole” che il disastro abbia colpito maggiormente la fauna dell’emisfero settentrionale.

“Se l’asteroide ha colpito un punto caldo biologico dell’anno per molti organismi nell’emisfero settentrionale, potrebbe aver contribuito a tassi di estinzione che sarebbero stati più alti di quanto ci si aspetterebbe altrimenti”, ha affermato.

Ma ha aggiunto che non c’era niente di molto più grande di un gatto domestico sopravvissuto all’impatto di un asteroide e che molte specie avrebbero potuto collassare ogni volta che l’hanno colpito. “È possibile che i grandi dinosauri non aviari si sarebbero estinti indipendentemente dal periodo dell’anno in cui l’asteroide ha colpito”, ha detto.

READ  Il rover Curiosity scopre una strana roccia su Marte che assomiglia a Venere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.